Setup anagrafica clienti per fatturazione elettronica e chiarimenti riguardo al codice destinatario

È stata effettuata una razionalizzazione dell’anagrafica clienti per agevolare l’inserimento delle informazioni relative alla fatturazione elettronica.

Setup

Ora tutto il setup relativo alle comunicazioni fiscali è stato accorpato nel gruppo Comunicazioni fiscali (Italia) all’interno del scheda contabilità.

– All’interno del campo PEC è possibile inserire l’indirizzo di posta elettronica certificata del cliente.

– All’interno del campo Codice destinatario è possibile inserire il codice destinatario per la fatturazione elettronica comunicato dal cliente.

– A seconda del setup scelto nel campo Canale di invio è possibile scegliere la modalità di invio della fattura elettronica:

o   None: canale di invio non impostato (in fase di generazione delle fatture elettroniche sarà sollevato un errore di validazione).

o   Utilizza_impostazione_predefinita: viene impostato il codice predefinito a sette zeri (“0000000” per i clienti Italia e “XXXXXXX” per i clienti esteri) all’interno dell’XML. Se il cliente ha inserito all’interno del portale Fatture e corrispettivi l’indirizzo prevalente tale indirizzo sarà utilizzato per l’invio della fattura. In caso contrario la fattura non potrà essere recapitata correttamente. Per la comunicazione delle fatture estere all’Agenzia delle Entrate è necessario utilizzare questa configurazione.

o   PEC: la fattura viene recapitata utilizzando l’indirizzo di posta elettronica certificata inserito (in questo caso amministrazione@pec.info-bit.com). Con questa configurazione all’interno dell’XML viene inserito automaticamente, oltre alla PEC, il codice destinatario “0000000” come richiesto dal tracciato FatturaPA. Non è quindi più indispensabile procedere con la compilazione del campo Codice destinatario con sette zeri manualmente in anagrafica.

o   Intermediario_o_PA: la fattura viene recapitata utilizzando il Codice destinatario inserito (in questo caso “V1KK9S3”). Con questa configurazione all’interno dell’XML viene inserito automaticamente il codice destinatario “V1KK9S3” ed il campo PEC non viene compilato.

Per chi si avvale dell’intermediario consigliato da Info-Bit per la gestione della fatturazione elettronica direttamente da Notyo il codice destinatario assegnato è V1KK9S3

Poiché l’impostazione all’interno del portale Fatture e corrispettivi prevale sempre su quanto comunicato ai fornitori suggeriamo di inserire, prima di comunicare il codice ai Vs. fornitori, la vostra PEC per essere certi di ricevere le fatture sino a quando la posizione presso l’intermediario sarà attiva. L’attivazione della posizione sarà da noi comunicata con una mail specifica. A quel punto potrete impostare come indirizzo prevalente il codice destinatario V1KK9S3 (come mostrato nell’immagine sottostante).

Ricordiamo inoltre che per l’accesso al portale Fatture e corrispettivi sono necessarie le credenziali Entratel/FiscOnline: se non disponete di tali credenziali è necessario richiederle all’Agenzia delle Entrate (per eventuale supporto consigliamo di contattare il consulente fiscale che vi segue).

Ricordiamo anche che il codice destinatario per i clienti privati, lungo 7 caratteri, è riferito all’intermediario a cui si appoggiano e non è univoco per ogni soggetto. Lo smistamento avviene infatti attraverso la partita IVA.

Le PA sono invece identificate da un codice a 6 caratteri univoco per ogni ente.

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento o segnalazione.