SINTOMO

All’aggiunta di una nuova liquidazione IVA, appare il messaggio ‘Nessun record dati coincidente trovato’.

Contestualmente può apparire anche un messaggio simile a ‘questo inserimento è già esistente’.
L’anomalia si presenta saltuariamente quando il componente DI di SAP Business One non aggiorna coerentemente la tabella dei numeratori con l’UDO della liquidazione IVA.

WORKAROUND 1

Tentare il seguente workaround:

  1. Richiamare una liquidazione IVA esistente
  2. Inserire un valore che poi verrà eliminato, ad esempio nel campo motivo
  3. Dare ‘Aggiorna’
  4. Ripetere la cosa un paio di volte e correggere il campo motivo
  5. Uscire dalla liquidazione IVA
  6. Provare ad inserire una nuova liquidazione IVA

A volte questa procedura forza da parte di SAP l’allineamento della tabella dei numeratori.

WORKAROUND 2

Tentatare la procedura Ripristinare file di numerazione di Business One.

Consigliamo un backup preventivo del database dell’azienda e di lanciare la procedura solo quando nessun’altro utente sta utilizzando Business One.

WORKAROUND 3

Se i primi due workaround non portano alla risoluzione, potrebbe essere necessario effettuare una query di UPDATE sulla tabella ONNM.

Per prima cosa è necessario verificare se sussiste il disallineamento dei numeratori. Queste le query:

SELECT AutoKey FROM ONNM WHERE ObjectCode IN (‘INFOBIT_LiqIva’);
SELECT MAX(DocEntry) AS MaxDocEntry FROM “@INFOBIT_LIQIVA”

L’immagine illustra la situazione corretta, ONNM ha un valore più alto rispetto al DocEntry maggiore della liquidazione IVA.
Se si riscontra l’anomalia descritta in questo articolo, la situazione si presenta invertita.

Il workaround consiste nell’effettuare una query di UPDATE della tabella ONNM (record ‘INFOBIT_LiqIva‘) riportando nel campo AutoKey il valore maggiore del campo DocEntry della tabella @INFOBIT_LIQIVA.